Diario di bordo: SAINT MOTEL live @ GAMH/San Francisco

Eccomi qui finalmente a scrivere di questa bellissima esperienza oltreoceano. Beh da dove cominciare, non è assolutamente semplice perché le emozioni sono state tante e talmente forti che ancora le sento vive sulla pelle, ma partiamo dall’attesa pre-concerto. Sono arrivata al Great American Music Hall a San Francisco perfettamente in orario, direi in netto anticipo, e dopo un’attesa piuttosto breve, finalmente riesco ad entrare nel locale. Salgo i pochi gradini di fronte a me ed eccoli lì i nostri Saint Motel! La reazione? E’ stata più o meno questa: ”Wooooohh Gloria!”. Eh sì perché i ragazzi, grazie ai social e agli incontri precedenti in Italia, ormai mi conoscono. Come annunciato sul mio profilo personale su Facebook, ad ogni modo la reazione è stato sbalorditiva anche per me, non mi aspettavo tanto affetto e tanto calore, tra gli abbracci, le chiacchiere e le risate, la band mi regala il poster autografato con tanto di nome, e una bella dedica con un po’ di parole in italiano! Naturalmente voi non potete saperlo, ma lo staff di SMI aveva preparato a sua volta dei regali per la band, che ho potuto consegnare personalmente a nome di SMI naturalmente. Qualche curiosità sulla chiacchierata pre-show con la band: è stato molto divertente scoprire che Aaron trova il nostro profilo Instagram ”mooolto sexy” ;D mentre Greg mi ha giustamente fatto notare che non avevamo mai parlato prima di allora nonostante la mia presenza ad altri eventi in Italia. Naturalmente ho parlato anche con Dak e A/J ma se devo essere onesta non ricordo assolutamente cosa ci siamo detti, a parte che Dak ricorda il nome della nostra fondatrice di SMI su Facebook (Giada), so happy for you 😉

Dopo la foto di gruppo con la band, ho fatto qualche scatto al locale e a Dak e Greg.

A questo punto prima dell’inizio del concerto è passato qualche altro minuto, mi sono posizionata e ho scambiato due parole con i fans del posto, incuriositi dalla maglietta di staff che indossavo, apprezzata dalla band, qualcuno mi ha addirittura chiesto se l’avessi acquistata la sera stessa nel locale, quando in realtà come potete immaginare, l’illustrazione stampata sopra è una mia ideazione realizzata proprio per Saint Motel Italia. Il pubblico, decisamente molto più giovane rispetto al quello italiano, per lo meno in prima fila dove mi trovavo, è stato davvero super amichevole e piacevole, non solo! Sono rimasta incredibilmente stupita da come le persone di qua reagiscono al concerto, nessuno si dimena per stare in prima fila a tutti i costi, ognuno accetta tranquillamente il suo posto rispettando le persone che ha vicino, lasciandosi lo spazio adeguato per respirare nonostante il locale stra-colmo di persone (infatti la band quella sera ha fatto sold-out) e  riuscendo comunque a ballare, cantare e scatenarsi. Le persone si scambiano sorrisi senza bisogno di tante parole, probabilmente perché sono tutti insieme per condividere lo stesso momento. Questo è quello che ho vissuto io qui a San Francisco, non so dirvi come possa essere nelle altre città americane ovviamente. Non ancora 😉

Prima dei nostri Saint Motel hanno suonato altri due gruppi per circa mezz’ora ciascuno, bravi e divertenti, i Weathers e i JR JR, assolutamente consigliati 🙂

Ma adesso veniamo a noi e al momento clou della serata. Cambio di palco, luci soffuse, una traccia di sottofondo che annuncia il nome dei nostri quattro bei californiani, ed eccoli arrivare accompagnati dalle urla esultanti del pubblico! Un inizio show esplosivo per la nostra band preferita che come sempre sa esattamente come stare sul palco, con grazia, eleganza e movimenti scalmanati che solo a guardarli ti fanno subito venire voglia di ballare. E la scaletta? Dopo quasi un anno di distanza dall’ultimo concerto, mi sento decisamente onorata di aver sentito in anteprima i nuovissimi e bellissimi pezzi della band, eh sì, perché molte canzoni del live per me erano del tutto nuove dal momento che  l’album SAINTMOTELEVISION uscirà ufficialmente il 21 ottobre (segnatevi questa data). Un brano in particolare, oltre alla nuovissima Move, continua a suonare nella mia testa, si tratta di Born Again, brano che vi avevamo anticipato qualche tempo fa in un video scovato nel web dal nostro collaboratore NONSONOSTATOIO. Sono certa che le vostre aspettative riguardo a SAINTMOTELEVISION verranno sicuramente soddisfatte! Tornando al live, posso solo dire che è stato semplicemente meraviglioso, bello e coinvolgente come sempre, e forse anche di più. Mentre i ragazzi suonavano è accaduta una cosa che mai mi sarei sognata. A/J  si avvicina al microfono e mi presenta come Saint Motel Italia al pubblico indicandomi da sopra il palco. Provate a mettervi nei miei panni per un istante, come avreste reagito con gli occhi del pubblico puntati su di voi? 😀 Che imbarazzo, ma forse questo è uno dei regali più preziosi che abbia mai ricevuto, insieme al plettro di Dak naturalmente, che mi ha gentilmente regalato dopo lo show.

Ora sono sicura che vorrete sapere quando torneranno in Italia, ebbene, Greg dopo il concerto mi ha detto che probabilmente, come immaginavo, torneranno nell’anno nuovo. Quindi continuate a seguire la band e a seguire noi in modo tale da rimanere sempre aggiornati sugli eventi, i tuor e l’uscita del nuovo album! Inoltre cercateci su Facebook per vedere qualche altra foto del live a San Francisco! Potete condividerle se volete, ma è fondamentale che le foto non vengano modificate in alcun modo, usate l’hashtag #saintmotelitalia per Facebook e Twitter e #saintmotel_italia per instagram per aiutarci a crescere e supportarci 🙂

Potete inoltre trovare altri scatti e il video del live nella nostra gallery. Vi chiedo scusa se l’audio del video non è di ottima qualità ma quando si lavora in modo indipendente bisogna fare delle scelte, e la mia è stata quella di stare sotto il palco, perché un’occasione così in California non potevo farmela sfuggire.

Qui di seguito trovate il video caricato da un fan su youtube con la presentazione dal palco di Saint Motel Italia.

Stay Tuned,

a presto

Gloria

Diario di bordo: 1° settimana a San Francisco

Ciao! Scrivo direttamente dal mio alloggio in San Francisco e mi piacerebbe darvi giusto qualche assaggio di questa incredibile avventura! Spero di riuscire a scrivere bene questo articolo perché pur essendo qua da soltanto una settimana, passare frequentemente dall’italiano all’inglese mi dissocia altrettanto rapidamente LOL! Comunque veniamo a noi! Per prima cosa, se siete abituati, come me a vivere in una città piccola, San Francisco vi sembrerà incredibilmente grande, anche se siete stati in altre città grandi. In realtà però la vita della città qui si concentra principalmente a Downtown, nel centro, dove si trova la bellissima Union Square! Ma anche nel quartiere altrettanto bello di Fisherman’s Wharf ricco di colori e negozi caratteristici di ogni tipo 🙂 dove per altro, al porto, potrete vedere i leoni marini che sonnecchiano al sole. San Francisco è davvero molto ben organizzata con i mezzi, infatti nonostante la sua struttura piena di continui sali scendi, non è assolutamente difficile spostarsi, e anche se può spaventare e sembrare faticoso, le infinite salite che troviamo lungo i vari percorsi si possono affrontare anche a piedi, inoltre la fatica è sempre ripagata dalle immagini della città che possiamo vedere dall’alto. Se vi aspettate il tipico clima californiano tutto sole e estate, beh scordatevelo! Dicevano che settembre era il mese più caldo per SF, pensate se era freddo! Per quanto mi riguarda a me personalmente non dispiace, l’aria qui è sempre fresca grazie alla continua presenza del vento, inoltre il sole è molto pungente, tanto che bastano pochi minuti per abbronzassi anche solo camminando. Le giornate grigie non mancano e anche se in quei momenti fa freddino le trovo incredibilmente affascinanti, specialmente la mattina presto nei pressi del porto e quando la nebbia avvolge le punte più alte delle colline e dei palazzi. Per farla breve, questo clima non invernale e non estivo, per me è assolutamente l’ideale, anche se ammetto non essere grande amante del vento. Le persone sono adorabili, gentili sorridenti e amichevoli, ma non è tutto oro quello che luccica, non girate da soli e a lungo in O’ Farrell Street, Tenderloin, il punto di massimo degrado della città e dove mi trovo attualmente, il perché è una lunga storia, e tuttavia io sono assolutamente al sicuro. Lato oscuro a parte, San Francisco è una città assolutamente da vedere, ci sono delle cose che in Italia ce le sogniamo come ad esempio le abitazioni tutte differenti e coloratissime,in particolare nella zona del distretto di Castro, i cuori al posto dello zero nella targa delle macchine, la spontaneità con cui si fa amicizia e si parla senza pregiudizi. Qui il bello è che le culture sono tutte mescolate tra loro, possiamo trovare China Town e subito dopo a due passi la Little Italy, davvero graziosa e curiosa, e l’atmosfera di questo luogo è veramente intrigante. Insomma cosa state aspettando?? Partite!!

Sain Motel @ GAMHMa non dimentichiamoci che questo sito è dedicato ai nostri fantastici Saint Motel e che naturalmente sono qui come Saint Motel Italia per poter vedere anche loro! Infatti sabato prossimo, 17 settembre (18 settembre in Italia, ricordatevi le 9 ore di differenza), alle h 20:00, ahimè h 05:00 del mattino in Italia, sarò presente al live al Great American Musica Hall qui di San Francisco che fortunatamente, per quanto possa essere grande la città, si trova proprio a due minuti dal mio alloggio! E no, la cosa non è stata premeditata! Naturalmente se sarà possibile, ancora non so dirvelo per certo, cercherò di fare qualche diretta su Facebook, per tanto se qualche notturno volesse collegarsi ricordatevi l’orario! Non mi sembra vero di essere qua e che sto davvero per rivedere la band!! *_* Per il momento questo è quanto, stay tuned and enjoy!!

P.s: E questo live lo avevate visto? 😉

http://www.youtube.com/watch?v=Ppp766LtMhk

Gloria